Conflitto Russia-Ucraina: le ripercussioni per le imprese italiane

Condividi

Scarica il documento completo “Sanzioni internazionali e i principali rischi per le imprese” a cura di Omeco srl aggiornato all’16 marzo 2022.

La domanda che in questi giorni si pongono molte aziende italiane è se il conflitto in corso e le sanzioni incrociate tra la Russia e gli altri paesi del mondo porteranno rischi e ripercussioni tangibili anche per le imprese che intrattengono relazioni commerciali con Russia e Bielorussia, in che misura e in che tempi.

Tra i paesi Europei, l’Italia è al quarto posto per valore di esportazioni verso i mercati della Russia e dell’Ucraina, nel 2021 sono stati esportati prodotti per 9,8 miliardi di euro.

OMECO Srl (società di ICIM Group), specializzata nei servizi per l’accesso ai mercati esteri con la divisione GMA-Global Market Access, ha preparato un utile documento – scaricabile tramite un form a questo link – che riassume tutte le informazioni relative alle sanzioni internazionali e alle contro-sanzioni della Federazione Russa sin qui prescritte, inclusi suggerimenti e indicazioni contrattuali per tutelare l’interesse delle imprese che lavorano con il mercato russo.

Grazie alla profonda conoscenza del mercato EuroAsiatico, OMECO è in grado di supportare le aziende nell’adempimento dei requisiti fondamentali per l’esportazione dei prodotti in sicurezza, nel pieno adempimento delle vigenti disposizioni